Falla semplice

“Ricorda che due grandi maestri del linguaggio, William Shakespeare e James Joyce, scrissero frasi quasi infantili per i loro soggetti più profondi. “To be or not to be?” chiede l’Amleto di Shakespeare. La parola più lunga ha soltanto tre lettere. Joyce, quando era arzillo, riusciva a comporre frasi tanto brillanti ed intricate quanto una collana […]

Il polo euroasiatico dell’inaccessibilità

Quelli di Matador Network mi hanno chiesto di scrivere un articolo sul polo euroasiatico dell’inaccessibilità. Io non sapevo nè cosa fosse, né dove fosse e quando l’ho scoperto ho scoperto anche che il luogo in cui tutti pensavano si trovasse fino al 2007 in realtà era stato calcolato male perchè qualcuno aveva detto che il golfo […]

Eurostar

Il diretto Londra – Amsterdam si era fermato prima di entrare nel tunnel della Manica. Da un altoparlante, una voce diceva, prima in inglese e poi in francese, che a causa di un guasto avremmo dovuto aspettare l’uscita dalla galleria del treno che arrivava in direzione opposta per poter ripartire. La voce aveva detto anche […]

Gli italiani cantano, si dice

Nel Simpatizzante, il libro di Viet Thanh Nguyen che ha vinto il Pulitzer, a un certo punto c’è scritto: “Non eravamo un popolo che si lanciava in guerra al primo squillo di tromba. No. Noi combattevamo accompagnati da canzoni d’amore, perché eravamo gli italiani dell’Asia.” E quando l’ho letta questa cosa mi è venuto in […]

Al nut al nyet

Ti trovi nel quartiere a luci rosse di Amsterdam che stai camminando verso nord, dove c’è la stazione centrale. Da una parte hai Casa Rosso, il teatro del sesso, dall’altra, poco più avanti, il Museo dell’Hashish e della Marijuana. Svolti a sinistra, superi il canale sul ponte Oudekennissteeg e ti trovi davanti alla Oude Kerk, […]

C’è un certo goloso e ciccione

“C’è un certo goloso e ciccione, scrive Chlebnikov, a cui piace infilare allo spiedo proprio le anime umane, si diletta un po’ con sibili e scoppi, col vedere le gocce brillanti cadute sul fuoco, raccoltesi in basso, e questo ciccione è la città.” — da Pancetta di Paolo Nori (Feltrinelli, 2004)

GBPB

“In Grecia cercavamo l’anarchia, che è scritta fitta fitta sui suoi muri tremolanti, ma di persona non perviene.” — da Guida Bella ai Posti Brutti di Arianna Lodeserto (l’avevo intervistata qui)

Fertilità

Un’amica, l’altro giorno, mi stava raccontando del suo ragazzo, quello attuale, poi ha cominciato a raccontarmi dell’altro suo ragazzo, quello precedente, e poi di quello prima e poi di quello prima ancora, quando a un certo punto si è fermata e ha detto Ora che ci penso, io, non sono mai stata single, cioè, da […]

La vita di un sasso

Qualche tempo fa lavoravo, per modo di dire, in un giornale di fotografia d’arte, sempre per modo dire, e più o meno ogni giorno ricevevamo in redazione lavori di fotografi desiderosi di esser pubblicati. La fotografia artistica, ho scoperto mentre lavoravo al giornale, è in buona parte dei casi fotografia ritraente sassi, cespugli, spigoli, transenne, […]

Occhiali

Oggi ero in un negozio ad ordinare degli occhiali, che da lontano comincio a vederci poco. Non ho mai indossato occhiali, neanche da sole, e forse, ora che ci penso, è per quello che comincio a vederci poco, comunque ero lì, nel negozio, c’ero solo io, che mentre provavo la trentesima montatura mi viene un […]

Socialismo ciclico

Mi sono accorto, adesso che è passato un anno da quando ho cominciato a spacciarmi per libero professionista, di questo fenomeno peculiare per cui ogni volta che un cliente se ne va i miei istinti socialisti si fanno più acuti, mentre ogni volta che un cliente arriva la propaganda interiore si placa e tutto torna […]

Alienazione buddista

La Calmucchia è una regione isolata della Russia meridionale che ospita la più grande comunità buddista d’Europa. Ospita anche una specie di tempio degli scacchi, costruito dal presidente Ilymzhinov su consiglio di un gruppo di extraterrestri che lo hanno rapito nel 1997, dice. Ne ho scritto un po’ più nel dettaglio su The Submarine.

Ero in un bar

Ero in un bar, l’altro giorno, che bevevo in compagnia di altre persone, quando la cameriera si avvicina al tavolo con carta e penna e chiede se noi, per caso, avessimo canzoni da consigliare, canzoni belle preferibilmente e magari anche un po’ tropicali, diceva, visto l’umore generale della serata, anche se impercettibile, assicurava fosse quello, […]

Il sequestro di Nonno Nanni

All’aeroporto di Pisa, ieri sera, mentre partivo per tornare ad Amsterdam, un agente della sicurezza mi ha sequestrato lo stracchino di Nonno Nanni, che non è né il padre di mio padre né il padre di mia madre, ma la marca di un formaggio che io ho sempre pensato fosse più solido che liquido e […]

L’arte murale di Kiev

A Kiev, dal 2014, hanno cominciato ad apparire immensi dipinti sulle facciate di vecchi edifici sovietici. Artisti locali ed internazionali sono stati invitati a decorare la città per darle nuova vita in seguito alla rivoluzione. Oggi si trovano circa centocinquanta opere sparse per la capitale. Ne ho parlato in un articolo su Matador Network, qui.

I miei amici comprano case

Quest’anno son tornato a casa, in Italia, a Empoli, per le feste. Prima non tornavo, adesso è già qualche anno che torno. Sarà l’età che avanza. Diversi miei amici, quest’anno, hanno comprato delle case. Qualcuno ha detto di volersi riprodurre. Io, nel 2019, che faccio trent’anni, pensavo di mettere le luci alla bicicletta, ma magari […]

Un blog economico

Nel 2018, cioè l’anno scorso, ho detto alcune cose. Tipo che i blog son morti e le cose digitali hanno un po’ stancato; che dovrei lasciar perdere con queste robe e concentrarmi su progetti un po’ più solidi, reali. Di carta, o anche di legno magari, basta che ci sia un po’ di consistenza al […]